Nel Tempo Libero

Segnalato su Parks.it

Vacanze green? Sì, grazie: ecco come divertirsi in vacanza a Bagno di Romagna

In Fattoria Ca' di Gianni
I nostri ospiti potranno usufruire di tantissimi servizi e divertimenti, adatti sia ai grandi che ai bambini, in fattoria o nelle immediate vicinanze.  Equitazione, piscina panoramica, parco avventura, campo da calcetto/tennis/basket sono solo alcuni dei passatempi che offriamo alla nostra clientela. Gli splendidi dintorni sono ideali per passeggiate a piedi, a cavallo, in bicicletta, oppure escursioni e trek più impegnativi, anche in mtb, grazie ai 200 km di sentieri della “Val di Bagno Trek”. Qui la natura, in ogni stagione, è la padrona incontaminata, esorta a muoversi, a ricavarne benessere, a “volersi bene” immersi nel verdeggiante paesaggio.


Per chi ama la pesca e non solo:
Lago Acquapartita: E’ un laghetto (di 4 ettari) sulle pendici del monte Cómero, lungo la SP. 43 che da S. Piero in Bagno conduce alle Sorgenti del Tevere, a soli 5 Km dalla nostra struttura. Al margine del lago è sorta la frazione di Acquapartita (752 mt slm): immersa nel verde, è il luogo ideale per relax e pesca sportiva.
Lago Pontini Delizioso specchio d’acqua sulle pendici del Cómero, a 4 Km dalla Fattoria, è stato creato da una frana nel 1855. Circondato da castagni e boschi, è luogo di relax, svago, pesca sportiva, sentieri per trekking, mtb e cavallo, ed è dotato di un campo di gara per gli appassionati del tiro con l’arco.
Lago Lungo Organizzato come il vicino Lago Pontini, si trova a 3Km da Ca' di Gianni e fa parte di un comprensorio di laghetti dove la qualità di acque e ambiente consente lo sviluppo di pregiate specie ittiche (trote, carpe, tinche, lucci...) e permette in ogni stagione la pesca sportiva.
Invaso di Ridracoli Una imponente diga ha indotto il Bidente di Ridracoli a formare a quota 557 slm un lago di 100 ettari quadrati, capace di 33 milioni di metri cubi di acqua che disseta la Romagna. L’invaso si insinua nel “Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi” offrendo scenari suggestivi ai turisti, che possono compiere escursioni sul lago con un battello elettrico, ammirarne gli angoli nascosti ed osservarne la fauna seguendo percorsi attrezzati. É possibile visitare inoltre l’insolito “Idro-Ecomuseo delle acque”. L'Invaso di Ridracoli dista 33 Km dalla Fattoria.


Cosa fare a Bagno di Romagna
Bagno di Romagna è una ridente cittadina immersa nel verde a soli 5 Km dalla Fattoria Ca' di Gianni. Nonostante la piccola dimensione, Bagno di Romagna offre ai turisti svaghi degni della miglior tradizione romagnola.

Terme e Benessere
I centri termali di Bagno di Roamgna sono dotati di piscine interne ed esterne con acqua termale, calde e fumanti anche d’inverno, pronte ad avvolgervi in un caldo abbraccio, per una sana pausa di relax.Un'acqua medicamentosa che, dopo un incredibile viaggio di 10.000 anni, arriva nei centri termali alla temperatura di 45°C. Le acque sono di due tipi: bicarbonato alcaline e solfure e permettono, grazie a svariate tecniche di applicazione, la cura di numerosi disturbi.
I Centri benessere coinvolgeranno completamente la vostra mente e il vostro corpo assorbendoli in momenti di vero relax.
Sentiero degli gnomi
Bagno di Romagna è diventato il “Paese degli Gnomi” grazie a un bellissimo sentiero, ricco di soste suggestive che parte dai giardini pubblici, attraversa il fiume Savio e si immerge nel Parco dell’Armina. Qua e là cartelli con disegni, sculture, sagome di animali e casette in legno dove i bambini sono soliti lasciare messaggi per gli amici gnomi. Il sentiero è a ingresso gratuito, è lungo 2 km e si percorre in circa 45 minuti.

Passeggiate nel verde:
Sorgente del Tevere e monte Fumaiolo (km 20)
Il 15 agosto del 1934 fu inaugurata la stele che indica la sorgente del Tevere (1.205 mt slm). Sorge su una vasca alimentata da una fontanella che sgorga dalla montagna: l'acqua, dopo aver lambito la stele, inizia il suo cammino verso Roma. Vi si accede con due bei percorsi completamenti immersi in una suggestiva faggeta: o dall'alto, scendendo dal Valico di Monte Fumaiolo (SP.43), o salendo dal "piazzale" sottostante, a lato della la SP.43 che giunge da Balze.
Cascata dell’ Alferello o delle trote (km 10)
Pittoresca cascata sul torrente Alferello, che deve il nome all'abbondante presenza nelle sua acque di trote. La cascata, alta cira 32 mt, è dovuta alle caratteristiche geo-morfologiche della zona. Qui l'Alferello incide la "formazione marnoso-arenacea romagnola", caratterizzata da alternanze o strati di arenaria, dura all'erosione, e di marna più friabile. La cascata, ben segnalata, è facilmente raggiungibile a piedi, dal centro del paese, in circa 20 - 25 minuti.


Itinerari religiosi:
Santuario di Corzano (km 7) La mulattiera selciata che da S. Piero in Bagno sale sul colle Corzano è da tempo immemorabile una "via della fede" perché reca al Santuario della Madonna, grandemente venerato dalla popolazione, sorto negli anni quaranta dell' Ottocento attorno ad un affresco quattrocentesco conservato nella chiesetta di un castello medievale
Abbazia di S.Ellero a Galeata (km 28) A 3 km da Galeata, sulla vetta di un monte, si erge la bella chiesa romanica di S. Ellero. All’interno, nella cripta, v’è il sarcofago del santo (VIII sec) ed il sedile di pietra su cui pregava, dove oggi i fedeli si siedono per scongiurare il mal di schiena.
Cattedrale di S.Vicinio a Sarsina (km 20) La millenaria cattedrale di Sarsina è meta di pellegrini, di infermi nel corpo e nello spirito, che giungono per ricevere la benedizione con la “catena di San Vicinio”, un collare metallico che la tradizione fa risalire al Santo taumaturgo, vescovo e patrono della città.
Monastero ed eremo di Camaldoli (km 30) Il complesso (monastero, chiesa, foresteria), che da sempre diffonde spiritualità e cultura, è in un suggestivo anfratto nel “Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi”. Più in alto, c’è l’emozionante Eremo, coronato da abeti e mura: in ognuna delle 20 celle vive in solitudine un eremita.
Santuario eremo Monastero della Verna (km 42) Natura, arte e fede convivono su questa rupe grandiosa che s’erge da una foresta, dove San Francesco d’Assisi ricevette le Stimmate. Luogo dello spirito e grandi suggestioni: la scogliera, il “Sasso spicco”, il monastero, le tante opere d’arte della basilica....la veduta
Eremo di S.Alberico (km 22) Piccolo eremo nascosto in una gola del monte Fumaiolo, ove visse in penitenza Sant’Alberico operando miracoli e guarendo malattie. Da secoli in questo luogo che effonde spiritualità e silenzio, c’è sempre un eremita ad accogliere chi vi giunge.


Città d’ arte:
Non troppo lontano dalla Fattoria ca' di Gianni è possibile visitare città ricche di storia e cultura, che certamente appassioneranno gli amanti del genere.
Ravenna A 80 Km da Ca' di Gianni sorge Ravenna, splendido incontro tra l’Oriente bizantino e l’Occidente, con monumenti (Mausoleo di Galla Placidia, Battistero Neoniano, Basiliche di S. Vitale, Sant’Apollinare Nuovo e Sant’Apollinare in Classe) che racchiudono mondi incantati, fatti con l’oro dei mosaici più belli del mondo.
Cesena A 46 Km si trova Cesena, capoluogo della Provincia, insieme a Forlì, ha un centro storico ricco di chiese, monumenti e musei (ben 10). Da visitare: la scenografica Piazza del Popolo, l’antica pescheria, il teatro comunale “Bonci” e quello scrigno di manoscritti miniati che è la Biblioteca Malatestiana.
Sarsina  E’ una delle cittadine più ricche di storia della Romagna, dista 20 Km dalla fattoria ed è patria di Plauto grande commediografo latino. Da visitare: il Museo Archeologico Nazionale, il Mausoleo di Obulacco, il Museo Diocesano di Arte sacra, la millenaria Cattedrale di S. Vicinio.
Sansepolcro Distante 40 Km da Ca' di Gianni, è interessante per il Museo civico che documenta la civiltà artistica di questa città, dove medioevo e rinascimento si fondono nel tessuto di vie e piazze: tra i capolavori, ci sono “La Resurrezione” e il polittico della “Misericordia” di Piero della Francesca, padrone della prospettiva e della luce, che qui nacque ed operò.
Galeata Cittadina della valle del Bidente, distante 25 Km, è una cittadina ricca di testimonianze storico-artistiche: gli scavi di Mevaniola fondata dagli Umbri, l’antico borgo di Pianetto con il complesso architettonico di S. Maria dei Miracoli ed il Museo civico “Mons. Domenico Mambrini”.
Arezzo Grande città a 85 Km dalla Fattoria, nota per la Cattedrale, la Pieve romanica di S. Maria, Piazza Grande armonioso insieme di differenti architetture, la chiesa di S. Francesco con la sinfonia di colori con cui Piero della Francesca ha narrato “La leggenda della Croce”, solo due delle tappe di un itinerario da non perdere.




Attività Cà di Gianni